Dagli esordi alla fine degli
anni Cinquanta
di Fabrizio D’Amico

L’avvio della stagione matura di Sanfilippo è noto: coincide in sostanza con i primi passi del gruppo “Forma”, cui il pittore aderì fin dalla fondazione. Prima, in rapida sequenza, il suo giungere a Roma dalla Sicilia, con altri giovani – e prima di tutto con Carla Accardi, che diverrà compagna e moglie; il transito, fondamentale per tutti, nello studio di Guttuso, in traccia allora di un moderno linguaggio internazionale; il più distante ma certo fecondo rapporto con Severini.
continua…